In merito all’opera “Il giudizio”:

Come illustratore sei forte, considera però che molta gente, specialmente quella di intelletto raffinato, preferiscono immaginare.
perciò non devi mai dire troppo nelle opere, ma lasciare che il tuo visitatore abbia il suo spazio per interagire. io credo che nessuno comprerebbe un’opera finita e completa in se stessa, ma vorrebbe avere uno spazio proprio dove mettere il suo pensiero o sentimento o idea come complemento della tua parte.

Ecco perche la scultura moderna piace.

Infatti quando nei secoli scorsi la gente era completamente ignorante e quel che doveva imparare o sapere era ciò che bisognava che sapesse e ricordasse (es. chi era il suo re, il suo papa, il suo padrone, il suo Dio, la Madonna e quant’altro) per cui esisteva solo il figurativo (nessuno sapeva leggere e scrivere).

Oggi i cultori dell’arte vogliono dire la sua sempre, e piace interpretare e disinterpretare.

Prova a pensare anche in questo senso, magari frequenta lì a Carrara o Pietrasanta già che ci sei, qualcuno che fa astratto o altro genere che non sia figurativo in senso stretto. ti aiuterà molto, anche senza perdere il tuo filone o la tua identità di pseudo-classico, a produrre cose sempre nuove.

Comunque sei bravo. e stai migliorando sempre.

Architetto Marica Faben