Il Vincitore – Riflessioni a voce alta!

Il vincitore sul podio esulta, perché non solo ha raggiunto il traguardo, ma riesce a rimanere se stesso, dritto, gioioso e distaccato nel contempo. Egli punta lo sguardo verso l’alto, non lasciandosi impolverare e tantomeno mescolare tra quella terra che attrae verso il basso e che, se Egli stesso non si tiene sotto controllo, proprio la terra lo aiuta ad impantanarsi. Questo il senso e significato del podio.
Il marmo rosso: da una parte riporta lo scultore alle proprie origini, dall’altra testimonia a chi contempla l’opera, che il lavoro di ogni giorno spinge ad un miraggio orizzontale, ad uno sguardo e ad una prima considerazione che si rivela abbastanza laica. Da quella laicità di conseguenza scaturisce un vivere che guarda al tutto e al subito, perché figlio dell’immediato, che va a lesinare approvazioni e riconoscimenti. Le due frecce ai lati ne indicano chiaramente la direzione, ma Colui che ama la vittoria, unita alla vera e sana competizione, fa emergere dal suo profondo: creatività, sensibilità e produttività che parlano di Lui e della sua profonda interiorità. “Ogni dono viene dall’Alto” e in Alto vuole puntare. In tal modo riesce ad entrare maggiormente nelle sue profondità per scavare… e realizzare l’opera che lo immortala.
Il podio porta inserito il numero di appartenenza alla realtà: 1 come uno e unico è il suo essere ed il suo esistere; 1 come una e unica la sua creatività, pronta ad esplodere per rimanere nel presente, ma lanciata verso un futuro che non appiattisce e che non deluderà mai!

Annarita 05.11.2011

Clicca qui per vedere altre foto della scultura in marmo “Vincitore”.